Quando usare i probiotici Che Cosa Sono I Probiotici

Tantissime sono le condizioni che possono trarre beneficio dall’integrazione con i probiotici. Vediamo insieme quali.

Quando e perché è giusto assumere i fermenti lattici?

L’assunzione orale con i probiotici è stata associata a diversi effetti benefici perché aiuta a ristabilire l’equilibrio della flora intestinale. Quando la flora batterica intestinale viene alterata c’è una crescita eccessiva di batteri dannosi che causano diversi sintomi tra cui la diarrea.
Tantissime sono le situazioni che possono trarre beneficio dall’integrazione con i probiotici tra cui diarree acute causate da patologie intestinali, intossicazioni, intolleranze alimentari, candidosi, stitichezza, terapia antibiotica etc.

 

I probiotici sono utili durante la terapia antibiotica?

Circa il 30% delle persone che assumono antibiotici è soggetta a diarrea, un percentuale non trascurabile. La diarrea e la disidratazione debilitante che ne deriva sono sempre pericolose soprattutto per le persone anziane, per gli immunodepressi e per i bambini. Gli antibiotici quando vengono assunti oltre a eliminare i germi per i quali sono indicati, alterano l’equilibrio della flora batterica presente nell’intestino provocando diarrea.
I probiotici possono essere utili per ripristinate la flora batterica ed è consigliabile assumerli fin dall’inizio soprattutto le persone più a rischio come gli anziani e i bambini.

 

In quali condizioni intestinali sono utili i probiotici?

Circa 100.000 persone in Italia devono affrontare ogni giorno una malattia infiammatoria dell’intestino dalle più complesse (colite ulcerosa ed il Morbo di Crohn), alle meno gravi come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e la diarrea. I probiotici possono essere di aiuto nell’alleviare alcuni sintomi di queste diverse patologie gastrointestinali.