sindrome da rientro
Sindrome da rientro e stress sull’intestino Che Cosa Sono I Probiotici

La sindrome da rientro scarica insoddisfazione e stress anche sull’intestino.

Gonfiore, meteorismo, diarrea e/o stipsi causano alterazioni del microbiota che possono essere migliorate grazie a integratori di probiotici ad alta concentrazione di Lattobacilli, Bifidobatteri e Saccaromiceti

La “sindrome da rientro” esiste. Eccome! Colpisce più le donne degli uomini, soprattutto dopo i 35 anni, ma non risparmia gli uomini. Il denominatore comune per tutti sono insoddisfazione e stress, che si scaricano sulle spalle e sulla schiena con contratture e dolori, ma che possono anche coinvolgere l’apparato gastrointestinale, con difficoltà di digestione e stress intestinale.

Alterazioni del microbiota da stress intestinale

L’intestino è del resto uno dei bersagli principali e favoriti dello stress e reagisce con gonfiore, meteorismo, stipsi e/o diarrea. Del resto, è noto che l’intestino è chiamato ormai “secondo cervello” e che i “messaggi chimici” tra i due organi sono continui e molto stretti, con influenze reciproche dirette. Le alterazioni della funzionalità intestinale da stress, con gonfiore, meteorismo, diarrea e/o stipsi, modificano molto in fretta il microbiota intestinale (noto anche come flora batterica), lasciando spazio a batteri nocivi.

Il microbiota intestinale, infatti, è una delle barriere difensive fondamentali dell’organismo. Riveste tutto l’intestino, ma è soprattutto concentrato nel tratto terminale: colon (ascendente, trasverso e discendente) e retto. È infatti a questo livello che si svolgono le funzioni più delicate, come la selezione tra le sostanze che vanno eliminate con le feci e quelle utili e da assorbire, ma anche la sintesi di molecole che concorrono alle difese immunitarie.

Probiotici ad alta concentrazione per riequilibrare lo stress intestinale

Nei casi di sindrome da rientro, che provoca stress intestinale con gonfiore, meteorismo, diarrea e/o stipsi, queste condizioni sono la causa delle alterazioni del microbiota ma, se non corrette, rischiano di permanere nel tempo. Che fare? Anche se la sindrome da rientro si esaurisce da sé in un paio di settimane, si può aiutare l’intestino a tornare più rapidamente forte e sano riequilibrando la flora intestinale.